Agosto 2021: KODAKARA YUZU

30 21, lunedì 3 min lettura

Agosto 2021: KODAKARA YUZU

Lo yuzushu è un liquore della famiglia dei kajitsushu (da kajitsu 果実, frutta, e shu酒, alcol) costituito da una base alcolica (shochu, ossia distillato, o sake) e succo e/o scorza di yuzu. È una bevanda molto popolare in Giappone, un po’ come il limoncello o il nocino in Italia, e ce ne sono di vari tipi, che si differenziano per il metodo di produzione e gli ingredienti utilizzati (scorza del frutto, quantità di succo, presenza o meno di aromi, ecc.).

Lo yuzu, propriamente detto citrus junus, è un arbusto famoso in tutto l’oriente per il suo frutto, anch’esso chiamato yuzu, nato dall’ incrocio fra il mandarino selvatico cinese e il limone di Ichang.

La crescita di questa pianta è particolarmente lenta e servono circa quattro anni perché produca frutti, che vengono poi raccolti a mano con grandissima attenzione a causa delle spine presenti sui rami. Fortunatamente, è una pianta molto robusta e può sopravvivere anche fino a -10° C.

Il frutto, un agrume molto costoso ancora poco diffuso in Italia, somiglia all’arancia ma ha una parte aromatica simile al bergamotto. Il suo gusto ricorda un incrocio fra lime, pompelmo e mandarino, con un'acidità ben marcata e rinfrescante.

Acquista ora!

Lo yuzu di Tatenokawa

Il nostro Kodakara Yuzu, che ha una gradazione alcolica di 8°, viene prodotto dall’azienda Tatenokawa, situata nella prefettura di Yamagata (centro-nord), con frutti provenienti da Koichi, che invece si trova nel centro-sud del Giappone. La scelta di Tatenokawa è dovuta al fatto che lo yuzu viene coltivato soprattutto nella parte meridionale del paese e Koichi è una delle zone in cui crescono gli yuzu migliori.

Questi frutti tendono a diventare piuttosto secchi e asciutti internamente quando raggiungono il giusto grado di maturazione, e questo comporta la necessità di utilizzarne parecchi per ottenere il succo, cosa che chiaramente influisce molto sul prezzo finale di questo “liquore”, solitamente alto. Basti pensare, ad esempio, che per produrre una bottiglia di Kodakara yuzu vengono utilizzati da 15 a 20 yuzu.

L’aroma di questo yuzushu deriva soprattutto dalla scorza, che fa anche sì che sia presente una buona parte di sospensione, formata principalmente dagli oli presenti nella buccia. Questa cosa, che a occhi inesperti potrebbe apparire un difetto, è invece proprio ciò che ci fa capire la bontà e l’artigianalità del prodotto, fatto esclusivamente con succo e scorza di frutti veri. Nel caso manchi questa parte di sospensione, infatti, potremmo trovarci davanti a un prodotto non artigianale o che prevede l’utilizzo di aromi artificiali.

Un liquore quindi molto intenso, aromatico, dalla fragranza spiccata da utilizzare per degli ottimi cocktail, da bere da solo magari dopo cena o da usare in cucina.

Provatelo per preparare un ottimo Yuzu Gin Tonic o un’originale rivisitazione delle famosissime crêpe suzette creata da Maiko!

Acquista kodakara Yuzu!

Yuzu Gin Tonic:

Kodakara Yuzu 30ml

Kozue Gin 50ml (acquistalo QUI)

Acqua tonica 150ml

Versare tutti gli ingredienti in un bicchiere pieno di ghiaccio e gustare in una calda serata di agosto.

Crêpe Suzette allo Yuzu

Crêpe servite calde con sciroppo allo yuzushu. Grazie a una piccola aggiunta di marmellata di arance amare sentirete ancora di più il profumo tipico dello yuzu fresco!

Ingredienti:

Per circa 10 crêpe:

Farina 100g

Zucchero 20g

Burro 20g

Uovo 1

Latte 300ml

Sale un pizzico

Brandy 15 ml

Sciroppo allo yuzu:

Kodakara Yuzu 150ml

Marmellata di arance amare 20g

Scorza di Yuzu (secco o surgelato) 1 cucchiaio

Zucchero 20 g

Burro 20g

Setacciate in una ciotola la farina e aggiungete poi lo zucchero.

In un'altra ciotola sbattete l’uovo e mescolatelo con il latte usando una frusta. Aggiungete la farina e lo zucchero e mescolate il tutto.

Scaldate una padella da crêpe e scioglietevi il burro. Mettetelo poi nella ciotola, unendo anche il brandy e il pizzico di sale, e mescolate. Fate riposare la pastella in frigo almeno per un’ora.

Scaldate nuovamente la padella da crêpe e ungetela con del burro aiutandovi con della carta da cucina. Versate un mestolo di pastella e create la crêpe. Ripetete questa operazione fino a che non finite tutta la pastella.

Mescolate la marmellata di arance amare con un po’ di Kodakara Yuzu e mettete un po’ di questa salsa su ogni Crêpe, piegandola poi in 4, come nella foto.

In una padella piccola scaldate un po’ di burro e adagiatevi le Crêpe. Aggiungete Kodakara Yuzu, zucchero e la scorza di Yuzu e cuocete per un po’ fino a ottenere una sorta di sciroppo.

Per chi desidera fare le crêpe flambé, basterà utilizzare un po’ di rum o brandy.

Servite le crêpe calde e gustatele con un bicchierino di Kodakara Yuzu fresco!

*Provatele anche accompagnate da gelato al fior di latte o yogurt greco!



Anche in Sake Blog

Il toji
Il toji

57 21, mercoledì 4 min lettura

Il toji è la persona più importante nel mondo della produzione del sake, essendo colui che decide in tutto e per tutto ogni singola fase del processo di fermentazione e colui dal quale dipende quindi la bontà o meno del prodotto finale.
Settembre 2021: URAKASUMI ZEN
Settembre 2021: URAKASUMI ZEN

28 21, mercoledì 4 min lettura

L'illustrazione sull'etichetta, disegnata da un monaco del tempio Zuigan-Ji, un famoso tempio di Matsushima situato in un punto panoramico da dove si può godere di una spettacolare vista sull’oceano, rappresenta la faccia di un monaco che indica la luna, in perfetto stile zen, che all’epoca stava iniziando ad attirare le attenzioni dei paesi stranieri.
Luglio 2021: SOGEN GENSHIN JUNMAI DAIGINJO
Luglio 2021: SOGEN GENSHIN JUNMAI DAIGINJO

22 21, giovedì 3 min lettura

Il Sogen Genshin Junmai Daiginjo viene servito anche caldo, contrariamente a quanto avviene di solito per i sake di questa tipologia che, riconoscibili per il bouquet fiorito e fruttato a livello aromatico, vengono serviti freschi.

Iscriviti alla newsletter