Sake del mese - Maggio 2020: Sohomare Kimoto Tokubetsu Junmai

48 20, lunedì 2 min lettura

Sohomare

Il sake del mese che proponiamo per maggio 2020 con sconto del 15% è il Sohomare Kimoto Tokubetsu Junmai, sake dal palato deciso ma con retrogusto morbido e pulito ottenuto utilizzando solo il miglior riso Yamadanishiki “premium A” di Hyogo e l'acqua di falda del fiume Kinugawa.

Acquista ora!

Prodotto in una sakagura immersa nella natura della parte orientale della prefettura di Tochigi, dove il freddo invernale, durante il periodo di produzione, è intenso da mattina a sera.

Gestita dalla famiglia Kono a partire dalla sua Fondazione, la cantina Sohomare si è specializzata negli anni nella produzione del sake attraverso la tecnica kimoto con l’utilizzo del pregiato riso Yamadanishiki. Questa combinazione dà vita a un sake unico che li rende famosi in tutto il Giappone.

Sohomare Famiglia Kono

La sakagura dà molta importanza alla qualità del riso Yamadanishiki che usa per il suo sake kimoto, facendolo arrivare direttamente dalla regione di Yokawa nella prefettura di Hyogo, una delle coltivazioni di riso più quotate in Giappone.

Tutto il riso viene lavorato nella sakagura con una macchina sbramatrice all’avanguardia che leviga i chicchi mantenendone l’originale forma ellittica per preservare la capacità di fermentazione.

Per quanto riguarda invece l’acqua utilizzata per la produzione dei loro sake, Sohomare sfrutta una fonte che si trova esattamente sotto alla sakagura e che è anche uno dei principali motivi della sua ubicazione geografica. Si tratta di un’acqua dolce dalla mineralità bilanciata, ideale per i sake kimoto.  

Sohomare riso Yamadanishiki

Il nostro sake del mese è quindi frutto di una continua ricerca che mira a sake dai gusti complessi e profondi. Ti consigliamo di provarlo a tutte le temperature per assaporare una vera e propria evoluzione del gusto, e di abbinarlo a piatti saporiti.

Acquista ora!

 
Orata o Branzino al cartoccio con burro e salsa Ponzu

白身魚の包み焼きバターポン酢風味

I pesci bianchi delicati sono ottimi con i sake tokubetu Junmai e il burro sta benissimo con i Kimoto.

  • Preparate un foglio di alluminio di dimensione A3 (se è troppo sottile usate due fogli sovrapposti).
  • Mettete sul foglio tre fette di porro e disponete sopra il filetto di orata e dei funghi.
  • Aggiungete sale a piacere e completate con un cubetto di burro.
  • Chiudete bene il cartoccio di alluminio e mettete in forno per 15 minuti a 180°.
  • Servite caldo con salsa ponzu.

Orata al cartoccio

I porri e i funghi possono essere sostituiti con altre verdure di diverse consistenze. Il pesce indicato è il pesce bianco, quindi orata, branzino, ma anche dentice, merluzzo, nasello ecc.

Anche i pesci grassi vanno bene, ad esempio il salmone (senza usare la parte più grassa), mentre il tonno non è molto adatto.

Kanpai!

Acquista ora!



Anche in Sake Blog

Umeko - Sake del Mese
Sake del Mese - Agosto 2020: Hirooka Noujou - Umeko

47 20, lunedì 4 min lettura

Il produttore Hirooka Noujou non è un produttore di bevande alcoliche, bensì un coltivatore di prugne.
La storia del sake
Il Sake, una storia lunga mille anni

47 20, lunedì 3 min lettura

Le origini del sake non sono del tutto certe, ma pare che già nel periodo Yayoi (300 a.C. – 300 d.C.), quando la coltivazione del riso giunse in Giappone dalla Cina, i giapponesi avessero iniziato a produrre una bevanda alcolica utilizzando questo cereale.
Sake del Mese - Luglio 2020: Ninki Black
Sake del Mese - Luglio 2020: Ninki Black

50 20, mercoledì 4 min lettura

Questo junmai ginjo viene prodotto dalla sakagura Ninki, situata nella regione del Tohoku, nel nord del Giappone, con l’utilizzo di vasche di legno da 6.500 litri per la fermentazione.

 

Iscriviti alla newsletter