SETTEMBRE 2020: Toraya Junmai Ginjo Genshu

46 20, venerdì 2 min lettura

Toraya Junmai Ginjo Genshu

Il Toraya Junmai Ginjo Genshu, della sakagura Chiyokotobuki Toraya, è stato realizzato con l’intento di ottenere un sake non diluito, gustoso, bilanciato e corposo (gradazione alcolica 17,5%), che avesse però anche l’aroma di ginjo.

Non si tratta di un sake dolce (nihonshudo 0), tuttavia si percepisce al naso la tipica dolcezza del riso Dewasansan

Questo riso, usato in tutte le fasi della produzione e sbramato fino al 55% di seimaibuai, viene coltivato in collina a 250-300 mt di altezza nella campagna della città di Sagae, vicino al corso di un fiume. In questa zona l’escursione termica tra il giorno e la notte è molto alta e questa cosa, unita al kawakaze (il vento del fiume), è ottima per la coltivazione di un riso sano.

Il Dewasansan viene definito un “tokubetsu saibai mai”, ossia un riso coltivato in modo speciale, molto vicino alla coltivazione biologica.

Lievito

Per la produzione di questo sake viene utilizzato un lievito Yamagata Kobo. A Yamagata ci sono più o meno 20 tipologie di lieviti popolari sviluppati nel centro di ricerca di tecnica di Yamagata.

In questo caso vengono usati il lievito Yamagata kobo KA, per l’aroma di mela, e il 16-1, per l’aroma simile al melone e per avere sapore e gusto. Prima viene inserito il lievito 16-1, che ha meno potere di fermentazione, e poi, 7-8 ore dopo, viene inserito anche il lievito Yamagata kobo KA, più forte. 

Pressatura, imbottigliamento e maturazione

Dopo la pressatura con la Yabuta, una macchina automatica che effettua la pressatura tramite dei teli di tessuto piegati e schiacciati tra loro con l’utilizzo di aria compressa, il sake genshu viene imbottigliato in isshobin (bottiglie da 1800ml) e viene fatto maturare a bassa temperatura (da -2°C a +2°C) per almeno un anno. Dopo la maturazione e prima della vendita, il sake viene re-imbottigliato, anche in bottiglie da 720ml, e pastorizzato in acqua a 65°C per cinque minuti.

Food Pairing

Abbinate questo sake con piatti saporiti tipo teriyaki, tsukune (polpettine di pollo allo spiedo) o yakitori, oppure con piatti conditi con salsa di soia e zucchero o mirin.

Per quanto riguarda la cucina occidentale, potete gustarlo accompagnando dei piatti a base di formaggi o dei prodotti affumicati come speck, bacon, scamorza affumicata ecc.


Lasciaci un commento

I commenti saranno approvati prima di essere visibili


Anche in Sake Company Club

Gennaio 2023: RAIFUKU JUNMAI GINJO ICHIGO
Gennaio 2023: RAIFUKU JUNMAI GINJO ICHIGO

15 23, lunedì 2 min lettura

In fermentazione viene usato il lievito di fiori di fragola, catalogato con il codice ST-4, contraddistinto da un’acidità fresca che ricorda i frutti di bosco o, appunto, le fragole.
Dicembre 2022: TENJOMUGEN JUNMAI GINJO NIGORI
Dicembre 2022: TENJOMUGEN JUNMAI GINJO NIGORI

19 22, lunedì 3 min lettura

L'uso del lievito Miyagi B3, spesso utilizzato per i sake daiginjo, conferisce a questo nigori un aroma di pera che non si trova solitamente nei sake nigori “classici” presenti sul mercato.

 

Novembre 2022: ARATAMA ONIOUMARU AKA
Novembre 2022: ARATAMA ONIOUMARU AKA

33 22, mercoledì 3 min lettura

Aratama Onioumaru Aka è un sake genshu particolarmente secco prodotto dalla sakagura Wada shuzo che viene fatto invecchiare per tre anni in una speciale "cantina".

Iscriviti alla newsletter